Antenne MOUS in Sicilia, la proposta dei nostri soci

Bancanote Blog

Antenne MOUS in Sicilia, la proposta dei nostri soci

16 Maggio 2013

In questo post vi avevamo raccontato l'impegno nonviolento dei nostri Soci della Sicilia contro l'installazione del MOUS, il nuovo sistema di telecomunicazioni satellitari delle forze armate USA in fase di installazione a Niscemi, nella riserva naturale di Sughereta.

Pubblichiamo sul nostro blog il loro appello a tutti i Soci di Banca Etica e alle persone impegnate nella tutela ambientale e per la pace.

Le circoscrizione soci Banca Etica della Sicilia occidentale e orientale sostengono il Movimento No Muos,  acronimo di Mobile User Objective System: uno dei 4 terminali terrestri del sistema di telecomunicazioni satellitari delle forze armate Usa che consentirà il controllo delle armi delle guerre del XXI secolo (sommergibili nucleari, aerei senza pilota, etc.) xchè  è un movimento della società civile  apartitico ed ancorato  ai principi della pace e giustizia sociale, tutela dell'ambiente e tutela della salute dei cittadini. Vuole, il movimento, riaffermare il principio di sovranità nazionale nell'interesse del suoi abitanti pertanto si pone l'obbiettivo della restituzione alla cittadinanza di quella parte di riserva naturale - Sugareta - che attualmente già ospita 46 antenne militari all'interno della base nord-americana.

Le circoscrizioni soci di Banca Etica in Sicilia si contrappongono ad una logica neloliberale da "guerre stellari" che distoglie risorse finanziarie stratosferiche rispetto agli obbiettivi conclamati dall'Onu circa l'alfabetizzazione, la malnutrizione etc. In particolare la costruzione del Muos, secondo quanto sostengono i ricercatori del Politecnico di Torino: prof. Massimo Zucchetti e Massimo Coraddu recherà danni ingenti e rilevanti alle popolazioni limitrofe a causa delle forti incidenze delle onde elettromagnetiche.

Auspichiamo e ci mobilitiamo per una Sicilia ponte di pace e cooperazione fra i popoli, per un Mediterraneo mare di Pace. Sposiamo la prospettiva pacifista e non violenta di Danilo Dolci e Pio La Torre, quest'ultimo circa trent'anni fa era fortemente impegnato anche nel movimento pacifista sviluppatosi a Comiso (distante da Niscemi alcune decine di Km) durante la "guerra fredda". Sposiamo i percorsi, le battaglie e le attuali istanze dei movimenti No Tav e No dal Molin, attualmente impegnati su un fronte simile per il rispetto e la tutela dei cittadini e dell'ambiente, per uno sviluppo che non si traduca in interessi economici e lobbistici disancorati dal territorio.

Per il movimento NoMuos acquistare il terreno limitrofo la base militare nord-americana, in contrada Ulmo a Niscemi sulla strada che porta  alla base militare Usa, è fondamentale per il presidio pacifista sostenuto anche dalle mamme di Niscemi così "stoppare" le azioni di sgombero delle forze dell'ordine e continuare a contrastare i lavori del Muos.
L'appezzamento di terreno è accatastato nel Comune di Niscemi , (2340 mq. nei pressi della riserva "Sughereta": foglio 65, part.67, classe 3) con accessori e pertinenze varie di proprietà di due niscemesi attualmente residenti in Lombardia, che si sono resi disonibili alla vendita e da subito e fino alla stesura dell'atto, al comodato d'uso gratuito.

Si è convenuto il prezzo di 6500 euro con stesura dell'atto entro il 31/01/2013 poi prorogato al 15/07/2013.
Il 09/12/12 a Brescia un attivista del movimento NoMuos ha firmato il compromesso anticipando personalmente 3000 euro come caparra, la proroga è stata concessa dietro versamento di ulteriori 1000 euro (sempre anticipati dallo stesso attivista). Al costo del terreno si devono aggiungere i costi relativi all'acquisto, circa 1500 euro, e quelli per la costituzione e sostegno dell'associazione (si spera poter aggiungere un ulteriore quota di 1000 euro).

A Tal fine il Comitato NoMuos Niscemi, al cui interno sono presenti numerosi ns. soci, ha aperto una sottoscrizione pubblica chiedendo il sostegno e la partecipazione a tutte quelle persone, realtà associative ed istituzionali che condividono i principici di Pace e Giustizia Sociale, per una democrazia sostanziale e non solo formale perchè è convinta che l'interesse più alto è l'interesse di tutti. E' stato pertanto aperto un conto corrente in Banca Etica intestato a Miceli Marino  Rinnone Sandro il cui iban è:
IT 47 F 05018 04600 000009000673, Causale: nome e cognome (di chi versa) contributi per l'acquisto terreno del presidio pacifista NoMuos di C/da Ulmo - Niscemi.
Gli aggiornamenti sui versamenti saranno disponibili attraverso il Coordinamento Regionale NoMuos nel sito: www.nomuos.info (pagina iniziale nel riquadro sottoscrizione popolare).

In una logica di rete, lillipuziana e dal basso cercheremo sconfiggere, grazie al contributo di tutti,  il mostro Muos e la logica di guerra che ne consegue.
Per noi la Sicilia vuole essere un avamposto per una cultura di pace, un Mediterraneo che faccia incontrare i popoli, non un cimitero per quegli immigrati che interpellano profondamente la nostra coscienza, un laboratorio per un modello di sviluppo che ponga al centro le persone, le comunità, l'ambiente.

I soci siciliani di Banca Popolare Etica

Commenti

Inviato da PaoloBossi (non verificato) il 30 Maggio 2013 - 10:50am

appoggio il vostro impegno di resistenza.

Inviato da luigi de paoli (non verificato) il 30 Maggio 2013 - 5:25pm

avanti con la protesta e la raccolta di firme con AVAZ

Inviato da MARINA TOMASONI (non verificato) il 31 Maggio 2013 - 4:46pm

LONTANA PER DISTANZA GEOGRAFICA MA VICINA E IN LINEA CON QUANTO DA VOI ESPRESSO, VI APPOGGIO E VI RINGRAZIO PER QUANTO FATE A FAVORE DI UNA REGIONE TROPPO BELLA PER ESSERE SCIUPATA! GRAZIE MARINA

Inviato da Birthe Larsen (non verificato) il 30 Maggio 2013 - 6:44pm

vi sostengo nella vostra battaglia

Inviato da Loris Nobili (non verificato) il 30 Maggio 2013 - 7:26pm

Assicuro il mio sostegno. E' ora di finirla con le basi militari e simili, tanto più se inquinano.

Inviato da stefania trevisin (non verificato) il 1 Giugno 2013 - 4:19pm

resistere!

Inviato da paolo de luca (non verificato) il 3 Giugno 2013 - 11:59am

Come si puo' partecipare un po' meglio che da una tastiera di PC ? Grazie per l' attenzione.

Inviato da Teresa Masciopinto (non verificato) il 26 Giugno 2013 - 5:25pm

Ciao ragazzi, la maniera migliore per appoggiare questa battaglia, oltre che continuare a manifestare le proprie posizioni pacifiste, è quella di versare un contributo per l'acquisto del terreno.
E' stato aperto un conto corrente in Banca Etica intestato a Miceli Marino Rinnone Sandro il cui iban è:
IT 88 Y 05018 04600 000009000673, Causale: nome e cognome (di chi versa) contributi per l'acquisto terreno del presidio pacifista NoMuos di C/da Ulmo - Niscemi.
Grazie e fate girare Teresa

Inviato da roberto mazzarella (non verificato) il 26 Giugno 2013 - 5:34pm

La battaglia per la pace non é una questione astratta e di principi. Attiene, invece, a scelte concrete di politica, di economia, di finanza ed anche di difesa e presidio del territorio. come a Niscemi.
Roberto Mazzarella
giornalista, socio siciliano di Banca Etica
Palermo

Inviato da francesco (non verificato) il 4 Luglio 2013 - 2:29pm

continuate cosi ragazzi :-)

Inviato da Annalisa igno (non verificato) il 5 Agosto 2013 - 10:19am

Forza ragazzi, ottima iniziativa c banca etica. Anche il mio cuore è con voi tutti:-)

LASCIA UN COMMENTO

CERCA BANCA ETICA VICINO A TE