Finanza Etica e Commercio Equo, insieme per rinnovare l'economia. Si rafforzano le sinergie tra Banca Etica e CTM-Altromercato, Al via la prima pratica che mette in pratica la nuova convenzione

Bancanote Blog

Finanza Etica e Commercio Equo, insieme per rinnovare l'economia. Si rafforzano le sinergie tra Banca Etica e CTM-Altromercato, Al via la prima pratica che mette in pratica la nuova convenzione

19 Novembre 2009

 

La Finanza Etica e il Commercio equo e solidale condividono la visione di fondo che li ispira entrambi: l’idea che tutte le azioni economiche debbano e possano seguire i principi di un modello di sviluppo umano e sociale sostenibile, nel quale la produzione della ricchezza e la sua distribuzione siano fondati sui valori della solidarietà, della trasparenza e della realizzazione del bene comune. 

In concreto Banca Etica ha siglato una convenzione con CTM-Altromercato – la maggiore organizzazione del commercio equo in Italia e la seconda a livello mondiale - per garantire condizioni di favore per alcune operazioni quali: scoperto di c/c; anticipo di contratti, contributi, fatture, etc. oltre naturalmente a linee di credito (mutui) a medio e lungo termine e fideiussioni. La convenzione prevede anche servizi commerciali quali l’installazione del POS e la gestione della tesoreria. Banca Etica in ogni caso non applica né le commissioni di massimo scoperto, né la trimestralizzazione degli interessi. 

La convenzione coinvolge anche un terzo partner: il Consorzio MCC Servire di Brescia. Si tratta di un consorzio fidi nato per sostenere il settore del non profit ed in particolare i soggetti del commercio equo e solidale e che presta garanzia sugli affidamenti e ne cura la pre-istruttoria facilitando e snellendo così i tempi per le erogazioni. 

Con CTM-Altromrecato Banca Etica ha rafforzato la collaborazione dando vita anche a un certificato di deposito dedicato: coloro che sottoscrivono tali certificati di deposito sostengono l’attività svolta da CTM favorendo l’applicazione di condizioni agevolate sulla linea di credito accesa da CTM presso Banca Etica. Il risparmiatore, se lo richiede, ha la possibilità di rinunciare a parte della remunerazione favorendo, così, ulteriormente CTM. Ad aprile 2009 i CD dedicati a CTM hanno raggiunto un valore pari a circa 2 milioni di euro.

Proprio in questi giorni, tramite MCC Service, Banca Etica ha deliberato la prima pratica che inaugura l’applicazione concreta della convenzione. Beneficiaria è la cooperativa Unicomondo, socia e compagna di viaggio storica di Banca Etica, che opera sul territorio della provincia di Vicenza per la promozione dei principi e dei valori del commercio equo e solidale. Unicomondo, socia del consorzio CTM-Altromercato e socia fondatrice di AGICES (associazione “Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale) è una cooperativa che gestisce 11 punti vendita (Botteghe del Mondo), conta più di 800 soci, impiega 10 dipendenti ed è supportata dall’operato di circa 250 volontari.

“Ogni volta che la nostra Banca finanzia un’iniziativa del commercio equo e solidale mi sento particolarmente soddisfatto: finanza etica e commercio equo, insieme, sono l’esempio concreto di un’alternativa praticabile, giusta e sostenibile all’economia ingorda e sbilanciata che arricchisce pochi e sottrae risorse a molti”, dice il presidente di Banca Etica, Fabio Salviato.

"La cooperativa Unicomondo, socia del consorzio Altromercato e di Banca Etica, ha sempre auspicato la collaborazione tra queste due realtà e quindi ha subito aderito alla convenzione; la riteniamo una partnership strategica nel perseguire l'obiettivo del ricollocamento delle nostre botteghe in posizioni commercialmente più favorevoli e la loro ristrutturazione nell'ottica del raggiungimento di una maggiore visibilità attraverso l'adozione di un'immagine unificata e coordinata con il consorzio Altromercato.", dice il presidente di Unicomondo, Massimo Zaccaria.

CERCA BANCA ETICA VICINO A TE