PIÙ CREDITO PER RILANCIARE L’ECONOMIA SOSTENIBILE IN CALABRIA

Bancanote Blog

PIÙ CREDITO PER RILANCIARE L’ECONOMIA SOSTENIBILE IN CALABRIA

6 Luglio 2017

L’attività creditizia delle banche è fondamentale per rilanciare lo sviluppo sostenibile e occupazionale dei territori.
Il nostro obiettivo come banca è quello di potenziare gli strumenti a sostegno dell’economia reale, dando priorità ai bisogni concreti dei cittadini. Negli ultimi anni, infatti, si parla molto spesso di credit crunch o stretta creditizia, con questi termini si indica il fatto che le banche non eroghino crediti a chi ne ha veramente necessità.
Il nostro istituto si è sviluppato in controtendenza rispetto alla media, incrementando nell’ultimo decennio crediti alla clientela del 258%, con una media annua del +13,6%.

Nel panorama bancario italiano Banca Etica ha un forte radicamento al sud Italia, in particolare in Calabria. Secondo uno studio condotto dal nostro istituto la Calabria è una tra le regioni più colpite dall’esclusione creditizia, con ben 3 province tra le 10 italiane con il più alto livello di esclusione creditizia.

Il 12 Luglio 2017 a Lamezia Terme alle 11.30 presso l’associazione “Comunità Progetto Sud” (Via Reillo 5) si terrà una conferenza stampa- alla quale parteciperà il direttore generale di Banca Etica Alessandro Messina - per presentare i risultati della ricerca sull’esclusione finanziaria in Italia condotta da Banca Etica.

All’evento parteciperanno Don Giacomo Panizza, sacerdote bresciano fondatore di “Progetto Sud” di Lamezia Terme, Marina Galati, direttrice della comunità “Progetto Sud”. L'incontro sarà moderato da Michele Gravina, responsabile di Banca Etica per il Mezzogiorno e coinvolgerà anche il vicepresidente della Regione Calabria, Antonio Viscomi.

Il direttore generale Alessandro Messina incontrerà anche i soci e i clienti di Banca Etica del territorio lametino e calabrese e visiterà il comune di Soveria Mannelli.
Qui abbiamo investito finanziando imprese che coniugano tradizione e innovazione: dalla Rubbettino Editore, che fa cultura e salvaguardia dell’occupazione ed è diventata uno dei maggiori editori italiani di saggistica; la Sirianni, che produce arredi per scuole e comunità  che vengono esportati in tutto il mondo; il Lanificio Leo che è la più antica azienda tessile calabrese ed è anche uno dei casi più significativi di azienda-museo. 

L’incontro con le istituzioni locali e il vicepresidente della Regione Calabria servirà a confermare il nostro impegno per il sostegno sempre maggiore allo sviluppo dell’economia civile in Calabria e per la promozione di inclusione finanziaria delle comunità.

Operiamo in Calabria dal 1999. Contiamo oltre 500 soci e socie, 10.000.000 € di raccolta di risparmio e 16.000.000 € di impieghi a famiglie e imprese.
Dati che confermano, anche per la Calabria, l’unicità nel panorama bancario italiano di Banca Etica, che presta al Sud più di quanto raccoglie, in coerenza con la propria missione di finanza inclusiva, che non può prescindere da un’azione “redistributiva” degli intermediari creditizi.

Per contattare Banca Etica in Calabria:
Maria Antonietta Mazzei, consulente finanziaria per le province di Catanzaro, Cosenza e Crotone
Simona Spagna, consulente finanziaria per le province di Reggio Calabria e Vibo Valentia.

Guarda il video istituzionale di Banca Etica per le interviste a Sirianni e Rubbettino:
http://www.bancaetica.it/blog/siete-veramente-una-banca-scopri-nuovo-video-banca-etica

 

a cura di Alessandra Certomà

LASCIA UN COMMENTO

CERCA BANCA ETICA VICINO A TE