RINNOVARCI. ARCI MACERATA PER LA RICOSTRUZIONE DOPO IL TERREMOTO

Bancanote Blog

RINNOVARCI. ARCI MACERATA PER LA RICOSTRUZIONE DOPO IL TERREMOTO

9 Ottobre 2017

A Macerata è partito “RinnovArci. Nuove forme di aggregazione giovanile”, uno degli otto progetti vincitori del concorso per progetti e idee innovative per lo sviluppo associativo 2016/2017 proposto da Arci in collaborazione con Banca Etica. Il concorso - arrivato alla seconda edizione - vuole stimolare i progetti per consolidare le basi associative già esistenti e ampliare il radicamento territoriale dell'associazione.

Il bando ha aperto una nuova e importante fase per l’Arci. Ha favorito la nascita e la diffusione capillare di progetti su tutto il territorio” ha dichiarato Massimiliano Bianchini, Presidente nazionale di Arci Marche e di presidente di Arci Macerata.
È il primo vero concorso progettuale con cui si confrontano in piena autonomia i Comitati locali e che permette alla nostra associazione di rinsaldare i rapporti con Banca Etica  sia a livello locale e nazionale”.

Il progetto ha assunto una valenza straordinaria rispetto agli obiettivi iniziali. A Macerata è nato un centro di aggregazione animato da vari eventi e iniziative rivolti alla promozione culturale e della cittadinanza attiva; uno sportello di consulenza e supporto per i giovani, le associazioni e i privati.

Nell’ottica di espansione della base associativa- grazie al microcredito di 20.000 euro ricevuto da Banca Etica- l’Arci Macerata è riuscita anche a sviluppare la sua presenza con nuovi circoli nelle zone dell’entroterra marchigiano, dove era difficile radicare forme di associazionismo.
Ma soprattutto l’Arci grazie alle varie iniziative ha avuto un fondamentale ruolo di sostegno nella fase di ricostruzione dopo il terremoto che ha colpito la zona del centro Italia tra il 2016 e il 2017.

I fondi di Banca Etica hanno dato un impulso maggiore alla presenza di circoli Arci nelle zone isolate, in cui era più difficile creare forme di associazionismo e aggregazione. Con il progetto siamo riusciti a ricreare spazi e momenti di incontro e fornire il nostro supporto alla popolazione colpita dal sisma, che viveva una fase di disagio psicologico e fisico. Con il microcredito siamo riusciti a resistere nella situazione di difficoltà post-terremoto, per riaprire i circoli chiusi o riorganizzare quelli danneggiati dal terremoto”, ha spiegato Bianchini.

Banca Etica collabora con l’associazione Arci per  il nuovo concorso 2017/2018 per progetti e idee innovative per lo sviluppo associativo della rete Arci.

Qui tutte le informazioni:  http://www.bancaetica.it/blog/arci-banca-etica-per-sviluppo-associativo-del-territorio

 

a cura di Alessandra Certomà

 

LASCIA UN COMMENTO

CERCA BANCA ETICA VICINO A TE