MiFID | Banca Popolare Etica

MiFID

Questa pagina illustra le nuove normative sui servizi di investimento. Si tratta di informazioni che ti saranno utili per seguire con attenzione, ma anche con fiducia il rapporto che hai con Banca Popolare Etica e con il settore finanziario in generale.

Il 1° novembre 2007 è entrata in vigore in tutti i paesi membri dell’Unione Europea e, quindi, anche in Italia una nuova normativa sui servizi di investimento, denominata MiFID (Markets in Financial Instruments Directive) che ha l’obiettivo di garantire una maggiore integrazione e trasparenza dei mercati europei e una maggiore tutela dei risparmiatori.

Le principali novità di questa normativa, comporteranno alcuni cambiamenti nell’operatività e nella relazione tra banca e cliente.

Il MiFID obbliga le banche a classificare i propri clienti, tenendo conto di determinate caratteristiche, in una delle tre seguenti categorie:

  • Clienti al dettaglio
  • Clienti professionali
  • Controparti qualificate

A ciascuna di tali categorie è accordato un diverso livello di protezione che si riflette in particolare sugli obblighi che ogni banca è tenuta a rispettare.

Alla categoria cliente al dettaglio, è riservata la massima tutela per quanto riguarda

  1. ampiezza delle informazioni che la Banca è tenuta a fornire,
  2. le verifiche di “adeguatezza” e di “appropriatezza” dei servizi richiesti e/o offerti e delle operazioni poste in essere.

Per quanto concerne le informazioni esse riguardano:

  • la banca e i servizi prestati;
  • la natura e i rischi degli strumenti finanziari offerti;
  • le misure poste in essere ai fini della salvaguardia degli strumenti finanziari o dei fondi della clientela;
  • i costi e gli oneri connessi agli strumenti finanziari e/o ai servizi prestati;
  • l’esistenza e i termini di eventuali diritti di garanzia o privilegi che la banca detiene o potrebbe detenere sugli strumenti finanziari o fondi del cliente, o di eventuali diritti di compensazione che la banca detiene in relazione ad essi;
  • la gestione dei conflitti di interesse in capo alla banca;
  • la politica degli incentivi adottata dalla banca;
  • la politica di trasmissione degli ordini adottata dalla banca e quella di esecuzione adottata dall’intermediario selezionato dalla banca ad operare sui mercati

Relativamente alle verifiche di adeguatezza e di appropriatezza dei servizi richiesti e/o offerti e delle operazioni poste in essere, la banca è tenuta a richiedere ai propri clienti specifiche informazioni circa:

  1. la loro conoscenza ed esperienza in materia di investimenti in strumenti finanziari
  2. la loro situazione finanziaria
  3. i loro obiettivi di investimento

Le informazioni di cui al punto 1 servono alla banca per poter valutare se lo strumento finanziario proposto o richiesto è appropriato per il cliente. L’acquisizione da parte della banca delle informazioni di cui al punto 2 e 3 è presupposto necessario affinché il cliente possa fruire del servizio di consulenza in materia di investimenti che la banca può prestare.

Per poterti assicurare la massima tutela e trasparenza abbiamo inserito il tuo profilo tra i clienti al dettaglio.

Ti è comunque consentito il passaggio alla categoria dei clienti professionali, nella quale sono classificati sia soggetti “di diritto” (esempio: banche, imprese di investimento, imprese di assicurazione, società di gestione del risparmio , fondi pensione, imprese di grandi dimensioni, quelle cioè che presentano almeno due dei seguenti requisiti: a) totale di bilancio non inferiore a 20 milioni di euro, b) fatturato netto non inferiore a 40 milioni di euro, c) fondi propri non inferiori a 2 milioni di euro), sia soggetti “a richiesta”, clienti al dettaglio, cioè, che, qualora risultino in possesso di determinati requisiti, possono richiedere di essere trattati come professionali. In quest’ultimo caso, la normativa prevede che il cliente al dettaglio debba dimostrare il ricorrere di almeno due dei seguenti requisiti:

  1. il cliente ha effettuato operazioni di dimensioni significative sul mercato rilevante con una frequenza media di 10 operazioni al trimestre nei quattro trimestri precedenti;
  2. il valore del portafoglio in strumenti finanziari del cliente, inclusi i depositi in contante, deve superare 500.000 euro;
  3. il cliente lavora o ha lavorato nel settore finanziario per almeno un anno in una posizione professionale che presupponga la conoscenza delle operazioni o dei servizi previsti.

La banca procede comunque ad una valutazione della competenza, esperienza e conoscenza del cliente, ed ha la facoltà di accettare o meno la sua richiesta.

Poiché nella categoria clienti professionali rientrano soggetti in possesso di particolari esperienze, competenze e conoscenze tali da far ritenere che essi siano in grado di assumere consapevolmente le proprie decisioni di investimento, il procedimento per la valutazione di adeguatezza è semplificato, mentre la valutazione di appropriatezza può essere omessa.

La categoria delle controparti qualificate rappresenta quella parte di clienti professionali che non necessita di alcuna tutela.

Ti invitiamo a recarsi presso la tua Filiale di riferimento, previo appuntamento o contattare il Promotore Finanziario per:

  • prendere visione e conoscenza del “Documento Informativo riportante le informazioni sulla banca e sui servizi prestati
  • prendere visione e conoscenza della seguente documentazione da sottoscrivere, come previsto dalla normativa:
    1. “Documento di Sintesi della strategia di trasmissione degli ordini”
    2. “Documento sulla gestione dei conflitti di interesse”
    3. “Nuovo Contratto per la prestazione di servizi di investimento”
  • compilare e sottoscrivere il questionario necessario a tracciare il suo profilo relativamente alle Sue conoscenze ed esperienze finanziarie, alla Sua situazione finanziaria e ai Suoi obiettivi di investimento

Ti ricordiamo che in caso di deposito cointestato, sarà necessario che tutti i cointestatari si rechino in Filiale o dal Promotore Finanziario per prendere visione e conoscenza e per sottoscrivere la documentazione prevista.

Per trovare la filiale o il promotore ambulante a te più vicino, clicca qui.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti scarica i documenti allegati:

Vista anche il sito internet della Consob alla sezione "Educazione Finanziaria", clicca qui.

CERCA BANCA ETICA VICINO A TE