BANCA ETICA SPONSOR DI ATLETICO DIRITTI: IL CALCIO COME STRUMENTO DI INTEGRAZIONE

Bancanote Blog

BANCA ETICA SPONSOR DI ATLETICO DIRITTI: IL CALCIO COME STRUMENTO DI INTEGRAZIONE

27 Settembre 2017

Banca Etica scende in campo come sponsor della squadra “Atletico Diritti”. Una formazione calcistica unica nel suo genere, composta da studenti universitari, migranti e persone provenienti da percorsi penali.

Ieri Martedì 26 settembre nel carcere di Rebibbia abbiamo partecipato alla presentazione della squadra per la stagione calcistica 2017/2018. Durante l’incontro- intitolato “Zero Scuse. Il calcio per l’integrazione”- sono state presentate anche le nuove maglie da gioco per la prima volta con il logo di Banca Etica.

La Polisportiva Atletico Diritti nasce nel 2014 grazie alle associazioni Progetto Diritti e Antigone e con il patrocinio dell'Università Roma Tre con l’obiettivo di promuovere- attraverso il calcio- i valori dell’integrazione e della solidarietà, creando un ambiente di gioco all’insegna della condivisione e unità. Tutti i componenti della squadra provengono da realtà diverse e hanno storie diverse, ma sono accomunati dalla voglia di riscatto sociale e dalla volontà di aiutarsi reciprocamente. Lo sport è uno degli strumenti migliori per percorrere la strada dell’integrazione e della condivisione.

All’incontro ha partecipato Alessandro Messina, direttore generale di Banca Etica, che ha spiegato le ragioni della sponsorizzazione alla squadra.
Banca Etica riconosce il valore dello sport come strumento di integrazione e Atletico Diritti è l’esempio del calcio “migliore”, recupera i valori originari dello sport, fatto di coesione, condivisione e divertimento. Il reinserimento lavorativo e sociale delle persone che vivono l’esperienza del carcere è al centro del lavoro del nostro istituto di credito. Tra le molte imprese sociali che finanziamo ci sono infatti tante cooperative che creano lavoro per i detenuti nei più diversi settori.

 

Susanna Marietti ha ricordato anche la campagna Sign&Pass, lanciata nel giugno scorso dal FC Barcelona e dall’UNHCR per sensibilizzare sulla tragedia dei rifugiati. Atletico Diritti aderisce alla campagna e invita tutto il mondo del calcio e dello sport in generale a partecipare all'iniziativa. Lo sport può avere un ruolo essenziale, sia nell’integrazione concreta delle persone nel tessuto sociale che nella sensibilizzazione dell’opinione pubblica. Il calcio, in particolare può arrivare a tutti.

Anche Zerocalcare ha voluto dare il suo in bocca al lupo ad Atletico diritti, realizzando un disegno che accompagnerà la squadra per l’intera stagione.

Dopo gli interventi dei vari partecipanti si è tenuto anche un triangolare tra Atletico Diritti, la squadra dei detenuti e quella di Magistratura Democratica. Ritrovarsi insieme sullo stesso campo dimostra che si può vincere insieme.

Clicca qui per vedere la fotogallery dell'evento.

LASCIA UN COMMENTO

CERCA BANCA ETICA VICINO A TE