SI RAFFORZA LA COLLABORAZIONE CON SATISPAY

Bancanote Blog

SI RAFFORZA LA COLLABORAZIONE CON SATISPAY

7 Settembre 2017

A cura di Alessandro Messina - Direttore Generale di Banca Etica

Oggi Satispay - la start-up italiana che sta contribuendo a rivoluzionare il settore dei pagamenti elettronici grazie a un sistema mobile payment indipendente e alternativo ai circuiti tradizionali - annuncia la chiusura del terzo round di finanziamento: anche Banca Etica ha partecipato entrando nel capitale sociale di Satispay.

In Satispay, Banca Etica ha trovato un alleato fondamentale per perseguire quella continua innovazione necessaria per muoversi nei mercati dei pagamenti (e non solo), in profonda e rapida trasformazione. Una grande occasione per rendere la proposta di finanza etica più efficiente, forte, indipendente. Un nuovo e aggiornato strumento di inclusione finanziaria e di relazione con i nostri soci e clienti.

Ogni anno, attraverso i sistemi di pagamento, Banca Etica movimenta denaro per circa 2,5 volte ciò che muove con i finanziamenti (al lordo dei fidi rientrati).
È anche attraverso gli strumenti di uso quotidiano che Banca Etica rende “normale” e accessibile la propria promessa di cambiamento, dimostrando che può offrire gli stessi servizi di una banca tradizionale, che lo può fare anche meglio e, soprattutto, che lo fa mantenendo la propria missione e identità di intermediario finanziario alternativo, che si preoccupa degli impatti sociali e ambientali del denaro che gestisce.

Lo scenario nel mondo dei sistemi di pagamento

Oggi sulle alternative al contante si gioca il futuro dei grandi volumi di transazione, dal commercio via web alle micro-transazioni commerciali. E data la rapidità del cambiamento tecnologico in corso, su essi si stanno oggi aprendo i principali canali di business prospettico, che mettono in gioco anche player non bancari (Apple, Google, Facebook, ma anche le tante multiutilities con le loro infrastrutture tecnologiche e commerciali, da Trenitalia a Eni, ecc.).

Il cliente cerca sempre più sicurezza, immediatezza, facilità d'uso, economicità dei costi.
La partita del successo si gioca dal lato dei consumatori e dal lato degli esercenti, con una corsa alla riduzione di quei costi tipici del "vecchio" comparto della monetica (la commissione sulla transazione, la necessità di alimentare le corpose strutture intermedie tra banca ed esercente, o tra banca e cliente, come i circuiti di pagamento).

Forte è il nesso tra questi (nuovi o vecchi) sistemi di pagamento e la missione di inclusione finanziaria di Banca Etica. Attraverso carte o app, infatti, proprio come un tempo accadeva (e in parte accade ancora) con l'apertura del conto corrente:
il cliente genera un suo track-record che fornisce cruciali informazioni sui comportamenti e sui flussi monetari (in prospettiva per l’accesso al credito, lato privati e lato esercente);
si irrobustiscono i circuiti della legalità economica e finanziaria, contrastando il sommerso e la black ecomomy e al contempo promuovendo reti virtuose dell'economia solidale.

A livello globale, europeo e anche italiano assistiamo a una sempre maggiore concentrazione del governo delle piattaforme di pagamento, e al controllo dei loro costi (da VISA a Mastercard). Ciò è associato alle crescenti economie di scala necessarie per perseguirne la sostenibilità finanziaria e ai massimi e continui investimenti tecnologici richiesti.

Questo scenario pone problemi di libera concorrenza e di equità di condizioni di accesso a una infrastruttura di mercato sempre più indispensabile e sempre meno controllata (o controllabile), con implicazioni significative per la finanza etica e i connessi rischi di esclusione finanziaria, come e più di quanto accada con il credito.

Il posizionamento di Banca Etica

Banca Etica non può pertanto sottovalutare la necessità di un preciso posizionamento strategico in materia di sistemi di pagamento. Ciò per almeno due fondamentali motivi:

  • per prevenire i rischi imprenditoriali derivanti dalle dinamiche in atto nel mercato e per non trovarsi spiazzata (in termini di costi e di capacità di servizio) dall'innovazione degli altri player;
  • in quanto pioniere della finanza etica, per elaborare una propria proposta di coerenza rispetto a un ambito che potrà fortemente influenzare l'esclusione sociale (e finanziaria) nei prossimi decenni.

In questo contesto, l'ingresso di Banca Etica nel capitale sociale di Satispay - con cui già collaboriamo dal 2016 - rappresenta un’importante e rara opportunità. Perché:

  • se oggi volessimo riproporre un progetto come Banca Etica, dal basso, innovativo partecipato, a capitale diffuso, l'unico approccio che potrebbe funzionare e avere chance di successo sarebbe, a differenza di vent'anni fa, quello tecnologico;
  • Satispay ha sviluppato nei sistemi di pagamento la tecnologia più efficiente, che abbatte i costi del servizio (non si appoggia alle carte di credito) e massimizza la capacità di innovazione e di relazione col cliente;
  • il team di Satispay ha al suo interno tutte le competenze IT per garantire continua evoluzione e sviluppo, a livello europeo (si pensi anche alla Spagna);
  • l'approccio dei fondatori di Satispay, tre giovani italiani, è orientato al cambiamento del sistema nella direzione della sua maggiore apertura ed equità (si pensi alla policy di rendere pubblici, sul proprio sito, codici e moduli di programmazione, api e sdk);
  • Satispay è indipendente da e integrabile con qualunque tecnologia presente nel mercato, per i dispositivi mobili o sistemi di pagamento, ATM o registratori di cassa.

Inizia a usare Satispay

Scaricate Satispay e cominciate ad utilizzarlo con amici, gruppi di acquisto solidale, piccoli e grandi esercizi commerciali, associazioni e nonprofit!
Qui trovate tutte le informazioni utili.

Commenti

Inviato da Daniele Boato il 13 Settembre 2017 - 9:08am

Il servizio è molto valido, l'ho attivato anche per ricevere pagamenti nel mio negozio fisico che quello online. Però la procedura di registrazione è molto complessa e, secondo me, crea ripensamenti a chi vuole attivare il servizio specialmente quando si devono fotografare ed inviare i propri documenti di identità. Se venisse semplificata la procedura di registrazione sicuramente questo servizio rivoluzionerà i pagamenti (come deve essere).

Inviato da Ilaria il 6 Ottobre 2017 - 12:22pm

E' comodissimo! Io e le mie amiche del liceo abbiamo iniziato a usarlo per i regali di gruppo da quando due lavorano a Londra ed è fantastico.

Inviato da marco il 21 Novembre 2017 - 9:44am

Mi dispiace molto. Io, anche per merito del supporto etico, ho eseguito la procedura di registrazione a satispay ma alla fine coscientemente non l'ho conclusa. Quello che contesto è la mancanza (almeno io non l'ho vista) di trasparenza e chiarezza sul trattamento dei dati personali. Al di là delle leggi c'è la buona educazione. Fin da subito, prima che uno inizi la procedura di registrazione (invio della foto della carta d'identità e dell'iban) sarebbe opportuno spiegare che se il registrante non dà libero accesso alla propria posizione e ai propri contatti a satispay praticamente di satispay non se ne fa nulla.
Sarebbe anche doveroso, prima della registrazione, spiegare in che misura la app vuole tracciare la mia posizione e conoscere i miei contatti: solo quando è attiva o sempre, solo il contatto che desidero pagare o tutti indistintamente?
Ho scritto, al riguardo, ai signori di Satispay, ma nessuno di loro si è preso la briga di rispondermi. Conseguentemente, dato che è obbligatorio dare accesso alla propria posizione ed ai propri contatti, non ho concluso la registrazione. Oltre che dare i miei soldi a questi signori potreste chiedere delle pratiche più.......chiare.

Inviato da Banca popolare Etica il 23 Novembre 2017 - 6:52pm

Gentile Marco,

al momento della registrazione, ciascun utente può consultare nell’app Satispay l’Informativa sulla Privacy.
Inoltre, nel sito di Satispay www.satispay.com sono a disposizione le informazioni sulla Privacy, ecco il link https://www.satispay.com/it/privacy/data-privacy-policy

Con l’occasione abbiamo inoltrato la tua richiesta di chiarimenti al Team di Assistenza Satispay che quanto prima ti contatterà per eventuali approfondimenti.

Un saluto cordiale, Roberta – Ufficio Comunicazione Banca Etica

Inviato da Patrizia il 25 Novembre 2017 - 8:31am

Anch'io sono rimasta un po' perplessa sull'accesso ai miei dati. Ho attivato comunque l'app senza consentire la geolocalizzazione. Lo utilizzo per i pagamenti all'interno del mio gruppo di acquisto solidale. Non posso però effettuare pagamenti nei negozi.

Inviato da Banca popolare Etica il 27 Novembre 2017 - 6:57pm

Gentile Patrizia,

le informazioni sull’utilizzo dei dati personali, così come previsto dalla normativa sulla Privacy, vengono fornite da Satispay sia in fase di registrazione al servizio che nel sito internet https://www.satispay.com/it/privacy/data-privacy-policy
Per ogni necessità di chiarimento o di approfondimento il team di assistenza Satispay è a disposizione https://www.satispay.com/it/contattaci

Per i pagamenti nei negozi ecco il link con la mappa di tutte le realtà convenzionate: https://support.satispay.com/it/articles/negozi-convenzionati

Un saluto cordiale, Roberta – Ufficio Comunicazione di Banca Etica

Inviato da Lucia il 4 Dicembre 2017 - 3:51pm

Trovo questa app molto comoda soprattutto per ricaricare il cellulare e scambiare soldi tra privati (spesso non si ha i soldi esatti e non si riesce a dare il resto)
Mi piacerebbe ci fossero più negozi in zona ad utilizzarla, forse si potrebbe fare un pò più di pubblicità in tal senso.

LASCIA UN COMMENTO

CERCA BANCA ETICA VICINO A TE