FONDAZIONE PORTOLÀ: VALORIZZARE LE CAPACITÀ DELLE PERSONE CON DISABILITÀ INTELLETTIVA

Bancanote Blog

FONDAZIONE PORTOLÀ: VALORIZZARE LE CAPACITÀ DELLE PERSONE CON DISABILITÀ INTELLETTIVA

13 Agosto 2021

Parlare della Fondazione Portolà significa parlare di inclusione sociale e lavorativa delle persone con disabilità intellettiva e/o malattie mentali e del sostegno delle loro famiglie. Nella fondazione lavora da oltre 30 anni un team di professionisti entusiasta , che in anni di attività ha ottenuto importanti risultati.

La Fondazione Portolà, che ha sede a Barcellona, è un Centro Speciale per l'Impiego che cerca l'integrazione socio-lavorativa delle persone con disabilità intellettiva che offre, tra gli altri, servizi di giardinaggio, pulizia, movimentazione industriale e promozionale e abbigliamento. In questo modo, rendono più facile per le aziende con più di 50 dipendenti rispettare la Legge sulla disabilità generale e migliorare le loro azioni di responsabilità sociale d'impresa.

Mascherine con "valore sociale"

La fondazione, che offre lavoro a più di 125 persone (dove oltre l'80% ha disabilità intellettive e/o malattie mentali), ha trasformato il proprio laboratorio di produzione in uno spazio per la fabbricazione di mascherine solidali e omologate per la protezione dalle infezioni da coronavirus. L'obiettivo di questa iniziativa è "aggiungere valore sociale" alle mascherine e contribuire alla ripresa dopo la crisi causata dalla pandemia.
Le mascherine in vendita, disponibili nello store online della fondazione, garantiscono sicurezza e protezione con materiali "di qualità" realizzati e gestiti da persone con disabilità intellettiva.

Inoltre, sono a "chilometro zero" e promuovono un'economia "sociale e collaborativa" dal punto di vista "umano", poiché i fondi raccolti contribuiranno a soddisfare le esigenze di integrazione sociale e lavorativa delle persone servite dall'ente attraverso lo stipendio e alcuni piani di formazione.

LASCIA UN COMMENTO

CERCA BANCA ETICA VICINO A TE