Tu sei qui

Beatrice Supino

Beatrice Supino

"Era il 1999, lavoravo con la Lila - Lega Italiana per la Lotta contro l'Aids del Lazio. Cominciavo a guadagnare i primi stipendi degni di tale nome ma non sapevo dove riceverli o depositarli poiché non amavo le banche e non volevo aprire un conto. Nel 2000 la Lila Lazio aprì un conto con Banca Etica e cominciai così a conoscervi. Il conto era stato aperto con Padova e si comunicava con strumenti ormai obsoleti e scomodi come il fax, ma le difficoltà che incontravamo nella gestione di questo rapporto non ci faceva vacillare sulla scelta di cui siamo stati tutti sempre più che convinti. Quando nel 2002 seppi dell'apertura dello sportello a Roma, finalmente potei aprire il mio conto bancario ed ebbi anche un bancomat. Del bancomat ricordo uno sfortunato evento, per fortuna non grave: feci il mio primo prelievo con una certa soddisfazione ma la notte mi entrarono in casa i ladri dalla finestra, mi rubarono la borsa con dentro il prelievo di denaro ed il bancomat. Almeno il bancomat riuscii a recuperarlo perché lo abbandonarono nel cortile del mio palazzo. Da Allora sono sempre stata una vostra correntista."

CERCA BANCA ETICA VICINO A TE