Tu sei qui

Laila Renosto

Laila Renosto

"Da pensionata cercavo di rendermi utile nel volontariato – agganciai un'associazione dove svolsi e tuttora svolgo attività di contabilità e, visto che era nella mia strada, anche Banca Etica filiale di Treviso. Qui feci attività di archivio per poco più di un anno, dopo abbandonai perchè lo stare in associazione mi piaceva di più. In quel periodo diventai socia e aprii, con mio marito, un conto corrente (2008 circa). L'idea di far parte di una banca diversa (non sanguisuga del territorio) mi entusiasmò e di questa scelta sono tuttora contenta. Sono stata membro del G.I.T. di TV per alcuni anni, senza troppo interesse e fattivi contributi. Due note non positive:- la tentata realizzazione di un sogno romantico, costoso e finito in un nulla di fatto:- La Costigliola -  un certo maschilismo nell'assegnare posti di responsabilità a donne. Nessuno è perfetto, nè tanto meno nasce perfetto. Spero la banca continui ad essere un esempio nel territorio, motivando altre banche a seguirla in questo percorso di una finanza capace di far crescere le società con attività vere e non speculative."

CERCA BANCA ETICA VICINO A TE