Tu sei qui

Liliana Moro

Liliana Moro

"Sono socia di Banca Etica da molto tempo, da quando la filiale di Milano si trovava dietro l'Arcivescovado in un piccolo negozio. La decisione è stata presa di concerto con mio marito: eravamo delusi dalla gestione della Banca precedente, la Popolare di Milano, che da banca degli artigiani e dei piccoli commercianti milanesi con una logica quasi cooperativa, si era trasformata in un feudo di imprenditori senza scrupoli legati alla politica. Eravamo anche preoccupati degli investimenti in aziende militari o a forte impatto ambientale che una banca potesse fare con i nostri risparmi. Così ci siamo volentieri sobbarcati le maggiori spese previste dall'apertura di un conto in Banca Etica (con il vincolo dell'acquisto di azioni) e abbiamo accettato il disagio di non avere assegni (allora erano ancora di uso frequente) e soprattutto dei tempi d'attesa in filiale, quando ancora non era diffuso l'home banking. In realtà ricordo con piacere quelle soste nella filiale di via Melzo dove trovavo impiegati simpatici e ormai ben conosciuti, persone con cui ci si sentiva in sintonia, così come accadeva sovente con gli altri clienti, con cui magari si discuteva del libro portato per ingannare l'attesa."

CERCA BANCA ETICA VICINO A TE