Dimensione del testo
ALTO CONTRASTO (CHIARO)
ALTO CONTRASTO (SCURO)
FONT ACCESSIBILI

Storie ad impatto positivo

Cosa finanziano i tuoi soldi

Storie di nuova economia

La Cooperativa Flo e la moda solidale

Dopo la tragedia di Prato, la speranza che viene dalle imprese sociali, anche nel settore tessile e della moda. L’esempio della Cooperativa FLO di Firenze.

Con cadenza regolare agghiaccianti fatti di cronaca – come la tragedia di Prato in cui hanno perso la vita 7 operai di nazionalità cinese che come troppi altri vivono e lavoravano in condizione di schiavitù sotto gli occhi di tutti nel nostro Paese come nel resto del mondo – rendono palese quale è il costo dis-umano di un’economia irresponsabile. In questi momenti, al di là dell’indignazione, si rafforza la nostra determinazione a lavorare per sostenere aziende che – anche nel complesso settore del tessile – riescono a coniugare efficienza economica, qualità dei prodotti, rispetto e tutela dei lavoratori, anche dei più fragili, e dell’ambiente.

La cooperativa Flo che Banca Etica finanzia a Firenze è solo uno di questi esempi. E oggi vogliamo raccontare la sua storia, che è anche una storia di imprenditoria femminile, per ribadire con forza che oltre ad appellarsi a una politica più capace di prevenire e arginare gli effetti più nefasti di questo tipo di  globalizzazione, i cittadini, consumatori e risparmiatori possono scegliere ogni giorno di rafforzare con i loro consumi e i loro risparmi una nuova economia rispettosa dei diritti e della dignità.

Flo: il concept store di moda e design creato da 4 donne – Dove il made in Italy diventa solidale

La Cooperativa FLO di Firenze – socia e cliente di Banca Etica – è nata all’inizio del 2010 da 4 giovani donne fiorentine. E’ una boutique di moda solidale nel centro storico di Firenze, a due passi da ponte Vecchio.

Flo è un universo sfaccettato che ha deciso di scommettere sull’idea che qualità ed etica possano viaggiare sullo stesso binario, senza per questo rinunciare all’eleganza. E’ una sfida molto attuale quella su cui il concept store ha deciso di investire tutte le sue energie: si può essere la vetrina di un mondo più attento e consapevole senza rinunciare allo stile? La risposta è sì. Facendo scelte mirate, valutando i prodotti, valorizzando i giovani creativi, dando spazio a manifatture di nicchia ma soprattutto impegnando il proprio tempo in una ricerca continua e costante.

Flo ha avviato diverse collaborazioni da una parte per favorire l’impiego di personale svantaggiato e gli inserimenti terapeutici, dall’altra quelle che gettano ponti verso designer emergenti, piccole aziende sparse sul territorio nazionale e altri social business, realtà che lavorano alle creazione di abbigliamento, accessori e complementi d’arredo su scala ridottissima, utilizzando solo materiali di prima scelta o di riciclo e creando prodotti finiti che sono quasi sempre pezzi unici.

Flo e’ un social business, (cooperativa sociale di tipo B -ONLUS) che offrendo opportunità’ lavorative a persone svantaggiate intende proporre un altro tipo di acquisto, un acquisto critico, basato sulla qualità del prodotto e soprattutto sulla dignità del lavoro necessario per crearlo. Il made in Italy si sposa con un nuovo modo di fare imprenditoria che ha come obbiettivo la solidarietà’ e la promozione umana.

Lo shopping da Flo diventa trasparente, consapevole e critico, nella misura in cui al cliente viene data la possibilità di conoscere da vicino chi produce e come produce, presentando ogni prodotto con la sua storia e la sua ricerca ricca di significato.

Per saperne di più: www.flo-firenze.org