Sospensione pagamento rate di mutuo prima casa - specifiche per accesso al c.d. “Fondo Gasparrini" | Banca Popolare Etica

Sospensione pagamento rate di mutuo prima casa - specifiche per accesso al c.d. “Fondo Gasparrini"

A fronte dell'emergenza sanitaria Covid-19, come disposto dall’articolo 54 del Decreto legge 18/20020 (il cosiddetto “Cura Italia” coordinato con la legge di conversione 24 aprile 2020, n. 27) e successivamente dall'art.12 del dl 23 dell’8 aprile (il cosiddetto “DL Liquidità”), è stata estesa l'accessibilità al Fondo di Solidarietà per i titolari di mutuo prima casa che si trovano in situazione di temporanea difficoltà economica.


Puoi richiedere la sospensione del tuo mutuo se:

A) Hai un mutuo per l'acquisto della prima casa e adibito ad abitazione principale di importo non superiore a 400.000 euro;

B)se tu o uno dei cointestatari del mutuo rientrate in una di queste situazioni:

  • Perdita del rapporto di lavoro subordinato - sia a tempo determinato che a tempo indeterminato - (ad eccezione delle ipotesi di risoluzione consensuale, di risoluzione per limiti di età con diritto a pensione di vecchiaia o di anzianità, di licenziamento per giusta causa o giustificato motivo soggettivo, di dimissioni del lavoratore non per giusta causa), con permanenza dello stato di disoccupazione al momento di presentazione della domanda;
  • Perdita dei rapporti di lavoro parasubordinato (di cui all'articolo 409, numero 3 del codice di procedura civile), da parte dell'intestatario o di uno dei cointestatari del contratto di mutuo, con permanenza dello stato di disoccupazione al momento di presentazione della domanda;
  • Insorgenza di condizioni di non autosufficienza ovvero handicap grave dell'intestatario o di uno dei cointestatari del contratto di mutuo;
  • sospensione dal lavoro per almeno 30 giorni lavorativi consecutivi, con attualità dello stato di sospensione;
  • riduzione dell’orario di lavoro per un periodo di almeno 30 giorni lavorativi consecutivi, corrispondente ad una riduzione almeno pari al 20% dell’orario complessivo, con attualità dello stato di riduzione dell’orario di lavoro;
  • nei casi di lavoratori autonomi e liberi professionisti, inclusi artigiani e commercianti (per un periodo di 9 mesi dall’entrata in vigore del Decreto legge n.18/2020), con una riduzione media giornaliera del proprio fatturato rispetto al periodo di riferimento, registrato in un trimestre successivo al 21 febbraio 2020 ovvero nel minor lasso di tempo intercorrente tra la data della domanda e la predetta data, superiore al 33% del fatturato medio giornaliero dell’ultimo trimestre 2019, in conseguenza della chiusura o della restrizione della propria attività operata in attuazione delle disposizioni adottate dall’autorità competente per l’emergenza Coronavirus.


Come funziona

Il Fondo consente la sospensione dell’intera rata per un periodo massimo di 18 mesi e il rimborso del 50% degli interessi maturati durante il periodo di sospensione.
In caso di riduzione dell’orario di lavoro o di sospensione dal lavoro per un periodo di almeno 30 giorni lavorativi consecutivi, la durata della sospensione massima che puoi richiedere è:

  • 6 mesi, se la sospensione o la riduzione dell’orario di lavoro ha una durata compresa tra 30 giorni e 150 giorni lavorativi consecutivi.
  • 12 mesi, se la sospensione o la riduzione dell’orario di lavoro ha una durata compresa tra 151 giorni e 302 giorni lavorativi consecutivi.
  • 18 mesi, se la sospensione o la riduzione dell’orario di lavoro ha una durata superiore a 303 giorni lavorativi consecutivi.


Come procedere per la richiesta:

 

  • scarica il modulo Sospensione rate mutuo prima casa previsto dal Ministero dell’Economia e delle Finanze  e la Lettera integrativa necessari per inoltrare la richiesta di sospensione;
  • compila i moduli con l'aiuto, se necessario, della nostra Guida alla compilazione;
  • scansiona i documenti necessari indicati nel modulo di richiesta. Fai una scansione per ogni documento;
  • verifica di aver correttamente compilato i moduli e di avere tutti i documenti necessari;
  • invia in un'unica mail all'indirizzo della tua “Filiale” di riferimento, indicando nell’oggetto “Richiesta sospensione Fondo Gasparrini”, i moduli di richiesta e i documenti da allegare;

N.B: Tutta la documentazione, per poter essere inviata a Consap, deve essere scannerizzata in file singoli, uno per ogni documento. Tutti i documenti devono essere allegati a una sola mail.

Verranno accolte dalla Banca ed inviate al Fondo per la valutazione, solo ed esclusivamente le richieste di sospensione presentate complete di tutta la documentazione a supporto.

Punti di attenzione per l'invio di tutta la documentazione necessaria:
Invia sempre il documento di identità (per i soli cittadini italiani e dell’Unione europea) oppure il passaporto e il permesso di soggiorno (per cittadini extra UE) in corso di validità di tutti gli intestatari del mutuo e degli eventuali eredi subentranti come cointestatari del mutuo;
Nei casi di morte dell’intestatario del mutuo e riduzione del fatturato dei lavoratori autonomi e liberi professionisti è sufficiente compilare e sottoscrivere solo il modello di domanda e la lettera integrativa alla sospensione, non serve inviare altri documenti.


Vuoi saperne di più?

Consulta le sezioni dedicate sul sito del MEF, sul sito CONSAP e le relative FAQ:

CERCA BANCA ETICA VICINO A TE