Dimensione del testo
ALTO CONTRASTO (CHIARO)
ALTO CONTRASTO (SCURO)
FONT ACCESSIBILI

Progetti dal Basso

Crowdfunding, equitycrowdfunding, progetti solidali

Finanza etica

Il sogno di un ambasciatore per i bambini del Congo

Il 22 febbraio 2021 moriva in un agguato Luca Attanasio, ambasciatore italiano nella Repubblica Democratica del Congo, insieme al carabiniere della sua scorta, Vittorio Iacovacci, e all’autista Mustapha Milambo. Oggi, le sue idee e il suo entusiasmo sono portati avanti con determinazione dalla moglie Zakia Seddiki, con la Fondazione Mama Sofia di cui è presidente, e da quattordici associazioni umanitarie della rete Congo di ForumSaD costituite in un gruppo di lavoro autonomo che ha preso il nome di “I bambini dell’Ambasciatore”.

Vincenzo Curatola, Presidente ForumSaD, in questa intervista racconta il progetto e la raccolta delle donazioni, attivata presso Banca Etica, per continuare a far crescere il sogno dell'ambasciatore Attanasio.

Di cosa si occupa ForumSaD?

ForumSaD, Forum permanente per il Sostegno a Distanza Onlus, è una Rete Nazionale di 170 associazioni che si occupano di sostegno a distanza e cooperazione internazionale. 

Siamo nati per diffondere il sostegno a distanza perché crediamo sia l'azione più efficace per sostenere economicamente chi è in povertà e nello stesso tempo promuovere relazioni di amicizia tra le persone e le comunità. Abbiamo contribuito alla stesura delle Linee Guida per il Sostegno a Distanza (SaD) che lo salvaguardano dalle altre forme di solidarietà individuandone le specificità e abbiamo avviato un confronto con il Ministero del Lavoro per far sì che le Linee Guida SaD vengano recepite nella Riforma del Terzo Settore insieme ad un adeguato riconoscimento alle organizzazioni che vi aderiscono. Rappresentiamo la voce dei nostri soci nel Consiglio Nazionale del Terzo Settore di cui siamo membri.

Siamo convinti che le associazioni SaD sono attori importanti della cooperazione internazionale e in questo senso ci impegniamo affinché il sostegno a distanza sia presente nei bandi e nei programmi della cooperazione italiana per contribuire a renderla più adeguata agli obiettivi di pace e di sviluppo del nostro tempo. Diamo voce ai nostri soci nel Consiglio Nazionale per la Cooperazione allo Sviluppo di cui facciamo parte.

Come la maggior parte delle associazioni SaD abbiamo una attenzione particolare verso l'infanzia e i giovani.

In cosa consiste l'iniziativa organizzata in memoria dell'ambasciatore Attanasio? 

A novembre 2020 Luca Attanasio, allora Ambasciatore italiano nella Repubblica Democratica del Congo, inizia la sua collaborazione con le associazioni operative in Congo della rete Forum SaD - Forum Permanente per il Sostegno a Distanza.

Luca voleva riunire le associazioni italiane, grandi e piccole, che ogni giorno lottano per i diritti dei bambini del Congo, con lo scopo di mettere insieme le energie e dare modo agli italiani di fare del bene in questo fragile paese attraverso un intervento di sistema efficace. L’Ambasciatore non ha avuto il tempo di vedere realizzato il suo sogno, a febbraio 2021 è stato assassinato nel Nord Kivu, insieme all’autista Mustapha Milambo e al carabiniere Vittorio Iacovacci. Luca non c’è più, ma le sue idee e il suo entusiasmo sono ancora vivi e, nel rispetto del lavoro che lui aveva iniziato, quattordici associazioni umanitarie della rete Congo di ForumSaD si sono costituite in un gruppo di lavoro autonomo che ha preso il nome diI bambini dell’Ambasciatore”. 

Il gruppo è nato per volontà di Zakia Saddiki, vedova dell’Ambasciatore, con l’obiettivo di rafforzare l’impatto generato dalle singole organizzazioni nel miglioramento delle condizioni di vita dei bambini del Congo, nel ricordo e nel segno di Luca Attanasio. Ciascuna organizzazione ha candidato un progetto per “I bambini dell’Ambasciatore” affinché possa trovare le necessarie coperture finanziarie attraverso l’operatività di questo gruppo.

Quali sono le finalità della rete "I bambini dell'Ambasciatore"?

L’obiettivo principale del progetto è quello di migliorare la situazione di vita dei bambini di strada, degli orfani che vivono in case di accoglienza, dei bambini/ragazzi con famiglie che versano in grave stato di indigenza, avviando e potenziando percorsi mirati all’affrancamento dalla povertà declinata nelle forme: povertà educativa, sanitaria, alimentare. Il fine degli interventi è di favorire l’educazione di base e la formazione professionale. Nello specifico: avviare e supportare il percorso di scolarizzazione dei bambini orfani o con famiglie non in grado di sostenerne i costi, migliorare la formazione professionalizzante dei giovani per l’avviamento ad attività in grado di generare reddito, attuare iniziative di supporto sanitario e psicologico per categorie cosiddette “invisibili”: i disabili, i malati epilettici, i bambini stregone sottoposti a violenze fisiche e psicologiche gravi coppie di gemelli, dove spesso il più debole è a rischio malnutrizione o comunque è destinatario di minori cure, educazione della comunità a non abbandonare i bambini disabili. Comunità educante. Agenda 2030. Sostenere e migliorare attività agricole già avviate, al fine di accelerare il processo di affrancamento dall’indigenza alimentare ed economica in generale.

Come le persone possono sostenere il progetto?

È possibile sostenere “I bambini dell’Ambasciatore” con una donazione tramite bonifico bancario sul conto corrente intestato a ForumSaD, presso Banca Etica Filiale di Roma

  • codice IBAN: IT 87 T 05018 03200 000017085101 
  • causale: Sostegno a I bambini dell’Ambasciatore

Oppure, con PayPal: https://www.paypal.com/paypalme/bambiniambasciatore

Le donazioni sono deducibili o detraibili, il privato o l’impresa che effettuano una donazione possono decidere liberamente il trattamento fiscale di cui beneficiare. 

Ogni donazione si trasformerà in accoglienza, istruzione, salute e un futuro migliore per i bambini del Congo.

Photo by ForumSAD