Dimensione del testo
ALTO CONTRASTO (CHIARO)
ALTO CONTRASTO (SCURO)
FONT ACCESSIBILI
icon-git

GIT Romagna e RSM

Gruppo di Iniziativa Territoriale di Banca Etica

Eletto il nuovo GIT Romagna RSM

Banca Etica in Festa in Romagna – Eletto il nuovo Gruppo di Iniziativa Territoriale Romagna-San Marino

 

In data 8 marzo 2024 Banca Etica festeggia 25 anni di cammino condiviso, che hanno trasformato il sogno di alcuni in un progetto di molti, con lo sguardo rivolto a tutti. Per questo Banca Etica ha voluto ringraziare le persone socie e clienti della Romagna e della Repubblica di San Marino, oltre che le organizzazioni e imprese che hanno scelto la finanza etica e ne promuovono i principi e lo sviluppo sul territorio.

 

 

Banca Etica è una banca cooperativa, libera e indipendente che lavoraper l’interesse più alto: quello di tutti.

È la prima e unica banca italiana, nata nel 1999 in forma di società cooperat iva per azioni, ispirata ai principi della finanza etica.

Opera in Italia e in Spagna e utilizza i risparmi dei depositanti per finanziare solo progetti orientati al bene comune. La sua organizzazione si basa sull’integrazione tra la struttura operativa (composta da Filiali, Consulenti di Finanza Etica, Sede Centrale) e la struttura associativa, organizzata in  Gruppi di Iniziativa Territoriale (GIT), composti da Socie e Soci volontari, eletti a livello locale, che lavorano sul piano culturale per avvicinare la finanza etica al territorio, rafforzare le relazioni con le organizzazioni e imprese che lavorano per una “nuova economia”, e promuovere la cultura di un uso responsabile del denaro. Operano anche nelle scuole e università per promuovere la diffusione dei concetti della finanza etica anche presso le nuove generazioni.

Lo scorso 1 marzo 2024 si è tenuta a Rimini l’Assemblea annuale dei Soci e delle Socie di Banca Etica residenti in Romagna (Rimini, San Marino, Forlì-Cesena e Ravenna) che aveva come tema “Banca Etica in festa in Romagna: una presenza sul territorio da oltre 20 anni”.
L’evento ha registrato la presenza quasi 100 persone, tra cui una sessantina di Socie e Soci della Banca.

Dopo un saluto di benvenuto di Giuseppe Carpi, attuale coordinatore del locale Gruppo di Iniziativa Territoriale (GIT Rimini e San Marino) e un breve intervento di Giuseppe Zucchi (Referente Soci Area Nord Est), sono saliti sul palco Giovanni Masi (Primo banchiere ambulante) e Giuseppe Ceci (fondatore del GIT di Rimini), che hanno ripercorso la storia degli inizi della presenza di Banca Etica in Romagna.

La parola è poi passata a Franco Marzocchi (Socio Fondatore di Forlì e membro del primo Consiglio di Amministrazione della Banca), che ha illustrato come è cresciuta nel tempo Banca Etica e quali sono le sfide che la attendono. Nazzareno Gabrielli (riminese, Direttore Generale di Banca Etica) ha ricordato i momenti più significativi dei 25 anni della Banca, fornendo alcuni dati significativi di Banca Etica oggi e indicando le prospettive e le linee guida per il futuro.

Fabrizio Prandi (Responsabile della Fililale di Bologna di Banca Etica) ha fornito poi un quadro della presenza territoriale e dell’organizzazione della struttura di Banca in Romagna, ricordando come in Romagna Banca Etica vanti oltre 750 soci e clienti e sia presente dal 2007 con un ufficio informativo a Rimini.

Roberta Massi (Presidente di Cooperativa Sole di Gatteo, Cliente e Socia della Banca) ha portato l’esperienza di una realtà finanziata, parlando del sostegno fornito da Banca Etica alle attività a beneficio degli antifragili, e di come queste attività li trasformino da invisibili a risorsa economica.

Il coordinatore del GIT Rimini-RSM Giuseppe Carpi ha quindi aperto i lavori dell’Assemblea  finalizzata ad eleggere i componenti del nuovo Gruppo di Intervento Territoriale Romagna e San Marino, che raggrupperà le attività dei Soci di Rimini-RSM, Forlì-Cesena e Ravenna.

 

L’Assemblea all’unanimità ha eletto a far parte del nuovo GIT per il prossimo triennio Giuseppe Carpi (Rimini), Catia Casalboni (Forlì), Diego De Simone (San Marino), Antonella Focarelli (Ravenna), Roberta Gasparello (Forlì), Luigi Giario (Rimini), Federica Guerrini (Rimini), Maurizio Mussoni (Rimini), Lino Sbraccia (San Marino) e Graziano Urbinati (Rimini).

 

Lino Sbraccia  é stato nominato Coordinatore del nuovo GIT, e sarà coadiuvato in veste di vice-Coordinatori da Roberta Gasparello, Antonella Focarelli e Maurizio Mussoni.

Potrebbero interessarti anche