Dimensione del testo
ALTO CONTRASTO (CHIARO)
ALTO CONTRASTO (SCURO)
FONT ACCESSIBILI
icon-git

GIT Padova

Gruppo di Iniziativa Territoriale di Banca Etica

Riflessioni di una persona esterna all’ultima riunione del GIT di Padova

Qualche giorno prima dell’incontro del GIT di febbraio ’24, sono venuta a conoscenza di questa realtà: il Gruppo di Iniziativa Territoriale di Banca Etica.

Sia come cittadina che, circa quindici anni fa, ha trovato nella lettura del “Banchiere dei poveri” un esempio del come sia possibile cambiare lo status quo usando regole e strategie diverse da quelle comunemente utilizzate; che come professionista che – nello svolgere il proprio lavoro di psicologa – quotidianamente opera sul territorio attraverso la promozione di obiettivi di salute e di coesione sociale della communitas, la realtà del GIT ha solleticato la mia curiosità.

Questa la genesi della richiesta di poter partecipare all’incontro GIT programmato per il 27 febbraio 2024.

Durante questo incontro, al quale ho partecipato come uditore, ho assistito alla presentazione della Cooperativa Sociale Piovego, realtà del territorio che si prende cura degli argini della città, soprattutto di quelli che – per le loro specificità – difficilmente vengono raggiunti dai macchinari comunali e che, contestualmente, promuove iniziative di informazione e sensibilizzazione circa il valore della rete fluviale padovana.

A seguire, ho ascoltato la proposta di una Socia della Banca orientata al favorire l’organizzazione di un evento informativo quale la presentazione della realtà “GOEL” a Padova. Una realtà – quella di GOEL – che nasce e si sviluppa in un territorio, la Locride, che – in contrapposizione alla cultura ’ndranghetista radicata nel territorio – promuove valori quali la legalità e la coesione sociale.

Prima dell’inizio dell’incontro io non conoscevo né il GIT, né la Cooperativa Sociale Piovego, ancora meno il Gruppo Cooperativo GOEL.

Alla fine dell’incontro, non solo ho avuto l’occasione di venire a conoscenza di queste tre realtà (o snodi dialogici) ma, attraverso la partecipazione a questo evento ho avuto modo di apprezzare come, nell’assumersi la responsabilità del partecipare attivamente alla vita della communitas, diventi possibile: cambiare lo status quo del territorio, quando la Cooperativa Sociale Piovego si occupa soprattutto di quegli argini della città non gestiti dal Comune; cambiare lo status quo del territorio, quando il Gruppo Cooperativo GOEL concorre attivamente per smantellare regole mafiose profondamente radicate e promuovendo un modo di partecipare alla vita della communitas usando strategie e regole diverse.

Grata al GIT per avermi dato l’occasione di partecipare a questo momento di incontro, ne sono uscita arricchita.

Portandomi a casa la conoscenza di tre snodi dialogici della communitas che prima non conoscevo. Portandomi a casa l’esperienza di un momento di “costruzione di possibilità” favorito dalla partecipazione di una Cooperativa, che – nel presentare le proprie attività – si mette a disposizione per promuovere la conoscenza della rete fluviale padovana; e favorito dalla partecipazione di una Socia che ha portato dentro il GIT la proposta di organizzare un incontro con GOEL.

Porgendo nuovamente i miei ringraziamenti per questa occasione,
vi saluto e vi auguro buon lavoro.

Elisabetta Lucchini

Potrebbero interessarti anche

Progetti dal Basso

⛰️Preparati a partire con Soci in Rete!

Pubblicato il
21/05/2024

Etica e cooperativa

I risultati dell’Assemblea 2024

Pubblicato il
20/05/2024

GIT Padova

Abbiamo radici profonde

Pubblicato il
15/06/2020

GIT Padova

Il Coronavirus ha modificato la vita di tutti

Pubblicato il
11/06/2020

GIT Padova

L’università ai tempi del Covid-19

Pubblicato il
11/06/2020